Come conservare i carciofi: tutti i metodi migliori

Come conservare i carciofi

I carciofi sono un alimento ricco di nutrienti, minerali e vitamine come magnesio, potassio, zinco e ferro. Sono oltretutto facili da cucinare, si adattano a qualsiasi tipo di preparazione, come primo piatto o zuppe, per infusi e contorni, per preparare deliziose torte salate o saporiti antipasti.

Una verdura versatile che, come vedremo, a seconda delle proprie esigenze può essere conservata in diversi modi.

Per mantenere intatte le innumerevoli proprietà nutrizionali di questo ortaggio è, infatti, importante conservarlo nel modo corretto. Una conservazione sbagliata potrebbe danneggiare non solo l’aspetto dei carciofi, ma anche il sapore e le diverse qualità nutritive.

Nei prossimi paragrafi vi illustreremo come conservare i carciofi, se è possibile congelarli o conservarli fuori dal frigorifero, come conservare i carciofi sott’olio e tanto altro ancora.

Come conservare i carciofi fuori dal frigorifero

Qualsiasi metodo di conservazione vogliate adottare, per prima cosa è importante controllare la freschezza del carciofo.

Le punte devono essere ben chiuse, le foglie sempre dure al tatto e con un colore vivido e intenso; stesso discorso per il gambo, che non deve mai essere danneggiato, appassito o eccessivamente morbido.

Una volta acquistati i carciofi dal vostro fruttivendolo di fiducia, lavateli uno ad uno con estrema attenzione al fine di eliminare eventuali batteri e sostanze indesiderate.

Se non avete la possibilità di conservare i carciofi in frigo potete riporli in dispensa a temperatura ambiente: avvolgeteli in un foglio di carta assorbente leggermente inumidito.

Così facendo potrete conservare i carciofi per un massimo di 2 giorni.

Come conservare i carciofi nel frigorifero

conservare i carciofi nel frigorifero

Se volete prolungare la durata dei carciofi ed evitare che si danneggino in pochi giorni, è possibile conservarli in frigorifero.

Infatti i carciofi, come la maggior parte delle verdure, possono essere conservati nel cassettone delle verdure fino a 5 giorni.

Per conservare i carciofi crudi in frigorifero basterà metterli in un sacchetto di plastica o, in alternativa, avvolti in un foglio di carta assorbente inumidito. In particolare, se conservati nella plastica si mantengono freschi per 4-5 giorni, nella carta umida invece non resistono per più di 2 giorni.

I carciofi inoltre possono essere conservati anche al fresco. Ciò significa che, una volta tagliati obliquamente i gambi, è possibile posizionarli all’interno di un vaso contenente acqua fredda e consumarli entro 24 ore.

Questi metodi di conservazione dei carciofi crudi, in frigorifero o al fresco, permettono di mantenere intatte le proprietà di questo ortaggio, non richiedono alcuna cottura preliminare e garantiscono una conservazione duratura.

Come congelare i carciofi?

Conservare i carciofi nel congelatore è la soluzione ideale per avere sempre a disposizione questo ortaggio tipicamente invernale.

Congelare i carciofi è semplicissimo: una volta puliti, tagliateli a spicchi e sbollentateli per qualche minuto. Fateli raffreddare e inseriteli all’interno di sacchetti in plastica per alimenti.

Le bustine possono essere conservate in freezer per 2-3 mesi. Attenzione, perché una volta scongelati i carciofi devono essere consumati entro le 24 ore.

Per scongelarli potete lasciarli in frigorifero; in alternativa, se avete poco tempo a disposizione, potete immergere i carciofi ancora congelati in acqua fredda o ponendoli, azionando l’apposito programma di scongelamento, nel forno a microonde per qualche minuto.

Come conservare i carciofi sott’olio

conservare i carciofi sott’olio

La tecnica della conservazione sott’olio è una delle più diffuse perché permette di isolare gli alimenti, in questo caso specifico i carciofi, dal contatto con l’aria.

Per conservare i carciofi sott’olio avrete bisogno di carciofi, aceto, acqua, olio extra-vergine d’oliva, olio di semi, limone, prezzemolo e sale. La proporzione da seguire è 1 kg di carciofi per 1 L di acqua e 1 L di aceto.

Per prima cosa è necessario pulire attentamente i carciofi avendo cura di eliminare le foglie più esterne. Tagliateli quindi a spicchi e trasferiteli in un contenitore pieno di acqua fredda, sale e il succo di un limone.

Questo passaggio è fondamentale per rendere i carciofi più teneri ed evitare che anneriscano.

Dopo un’ora poneteli in una pentola riempita con acqua bollente, prezzemolo e aceto. Lasciate cuocere i carciofi per circa 10-15 minuti a fuoco medio. A questo punto scolateli e fateli raffreddare su uno strofinaccio.

Inseriteli quindi all’interno di un vasetto di vetro a chiusura ermetica e ricopriteli con 2/3 di olio evo e 1/3 di olio di semi.

Lasciando i barattoli aperti, fate riposare in un luogo fresco e asciutto per 2-3 giorni controllando frequentemente il livello dell’olio, che dev’essere sempre al di sopra dei carciofi (in caso aggiungetene altro).

Chiudete quindi i barattoli e, prima di consumare i vostri carciofi sott’olio, lasciateli riposare per almeno un mese.

Come conservare i carciofi al naturale in un barattolo ermetico

È possibile conservare i carciofi in barattolo senza olio? La risposta è sì: vediamo insieme come fare.

Per conservare i carciofi al naturale basterà inserire i cuori di carciofo, precedentemente puliti e tagliati a spicchi, in un barattolo ermetico aggiungendo ad essi un mix di foglie di alloro, pepe, sale e limone.

Coprite i carciofi con dell’acqua calda salata, chiudete ermeticamente i barattoli e lasciate bollire per circa un’ora.

I carciofi così conservati, prima di essere consumati, devono essere sciacquati e saltati in padella con olio e prezzemolo.

Come conservare i carciofi sottovuoto

Per conservare i carciofi sottovuoto avete bisogno di un limone, porro, olio evo, sale e pepe. Tagliate a fettine i carciofi, il limone e il porro e condite il tutto con olio, sale e pepe. Inseriteli quindi all’interno di un sacchetto per il sottovuoto, eliminando l’aria in eccesso (vi consigliamo di usare una macchina casalinga per il sottovuoto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.