Come conservare le fragole: tutti i metodi per farlo

Come conservare le fragole

Le fragole sono una vera e propria delizia che piace a tutti, l’unica problematica è che non le troverete in ogni periodo dell’anno perciò dovrete studiare un’alternativa valida per non perdere il privilegio di gustare questa eccellenza.

La cosa migliore sarebbe acquistare il prodotto fresco e mangiarlo il giorno stesso, ma non sempre tutto ciò è possibile.

Si pone dunque il quesito su come conservare le fragole per averle a disposizione più a lungo. I trucchi che potete adottare sono davvero numerosi e qui di seguito abbiamo elencato alcune delle opportunità che si rivelano efficaci.

Potete ricorrere al congelamento, alla conservazione in frigorifero oppure alla preparazione di sciroppi, confetture e liquori.

Regole generali per la conservazione

In questa guida vi spiegheremo nel dettaglio quali sono gli errori da evitare per non pregiudicare irrimediabilmente la freschezza del prodotto appena acquistato.

La fase di scelta può rivelarsi determinante e, quando vi trovate di fronte alle confezioni esposte per la vendita, dovete perdere un po’ di tempo a valutarne le caratteristiche, portando ovviamente a casa le fragole che vi sembrano migliori.

Selezionatele poi prima di pulirle, avendo cura di eliminare i frutti in condizioni poco buone.

A prima vista notate colorazioni più scure o addirittura la muffa che si sta formando? Quel tipo di fragola va tolta perché rischia di rovinare rapidamente tutte le altre.

Un’ulteriore raccomandazione riguarda l’acqua, poiché le fragole producono una sorta di effetto spugna e assorbono il liquido, che poi contribuisce a farle marcire molto presto.

Vi diamo il suggerimento di non bagnarle, considerando che sono sensibili all’umidità, optando per una pulizia con un panno asciutto o con la carta assorbente e agendo con grande delicatezza.

Come conservare le fragole in frigorifero

conservare le fragole in frigorifero

Volete sapere come conservare le fragole in frigo? Seguendo questi semplici accorgimenti potrete mangiarle freschissime per alcuni giorni.

Abbiamo detto che non bisognerebbe lavarle, ma se invece avete deciso di farlo dovrete almeno accertarvi di non rimuovere il picciolo, che svolge un’importante funzione protettiva ostacolando la penetrazione dell’acqua all’interno.

Se il vostro frigorifero ha abbastanza spazio tra i ripiani potete conservare le fragole in uno scolapasta, strategia ottimale per garantire una corretta circolazione dell’aria, a patto di non averne ammucchiate troppe una sopra l’altra.

Per lo stesso motivo è sconsigliato scegliere i contenitori chiusi e sono poco adatti anche gli involucri in plastica dentro i quali vengono commercializzate.

Tutti i modi per conservare le fragole nel freezer

Un modo interessante per avere a disposizione fragole fresche per un periodo abbastanza lungo è quello di ricorrere al freezer.

Prendete una teglia da forno ben pulita e asciutta, che sia abbastanza capiente per contenere i frutti distanziati tra loro. Rimuovete i piccioli e disponete le fragole per alcune ore, finché non saranno completamente congelate.

Successivamente potete inserirle in un contenitore chiuso, consumandole anche dopo 5-6 mesi.

Un’altra soluzione efficace consiste nella conservazione di cubetti di ghiaccio, preparati utilizzando il frullatore. Alle fragole dovete aggiungere un cucchiaio di succo di limone biologico, ottenendo un composto denso e uniforme.

Questi ottimi cubetti di ghiaccio manterranno il proprio sapore per mesi, potendo arricchire bevande e altre preparazioni.

Nelle prossime sezioni dell’articolo tratteremo anche come si conservano le fragole sotto forma di sciroppo, preparando un composto di acqua e zucchero e congelando i contenitori.

Confettura di fragole

Confettura di fragole

Ecco un grande classico che sicuramente avrete imparato a fare da genitori o nonni: la confettura di fragole.

Potrete prepararla con pochissimi ingredienti, ricavandone un’assoluta prelibatezza ideale per la colazione, per un dolce spuntino o per una merenda all’insegna della bontà.

Prendete una pentola abbastanza alta e inserite 1 kg di fragole, che avete precedentemente lavato molto accuratamente sotto l’acqua fredda, privandole poi del picciolo e di eventuali parti molli o che presentano muffa.

Aggiungete 500 g di zucchero e andate avanti mescolando energicamente per almeno un’ora.

I barattoli dove andrete a versare il composto devono essere stati sterilizzati immergendoli per mezz’ora nell’acqua bollente.

Dopo averli chiusi con la confettura li capovolgete creando l’effetto del sottovuoto, fino a raggiungere il raffreddamento completo.

Per aromatizzare la confettura potete mettere a fine cottura un profumato rametto di rosmarino.

Sciroppo di fragole

Le fragole possono essere sfruttate per ricavarne uno squisito sciroppo, perfetto per impreziosire un delizioso gelato oppure come ingrediente da inserire nell’impasto di ciambelle e torte.

Il procedimento è molto facile e non occorre avere competenze di cucina per ottenere un risultato comunque eccellente, che sarà apprezzato da adulti e da bambini.

Dovete ridurre a pezzetti ½ kg di fragole e metterle all’interno di una pentola senza accendere il fuoco, lasciandole macerare in 250 g di zucchero per alcune ore.

Al termine del tempo previsto dovrete frullarle e filtrare il composto ottenuto utilizzando un colino.

Posizionatele adesso in pentola aggiungendo dell’acqua, portate a bollore e quando lo sciroppo sarà pronto lo metterete nei barattoli chiudendoli ermeticamente.

Liquore alle fragole

Liquore alle fragole

Un modo originale di assaporare l’incredibile gusto delle fragole è i liquore fatto in casa, ottimo come bevanda di fine pasto.

Le dosi sono semplici da ricordare: 1 kg di fragole, 1 kg di zucchero, 1 L di alcool e ½ L d’acqua.

Le fragole ridotte in poltiglia e l’alcool devono stare in infusione per 10 giorni e successivamente per altri 20 giorni, aggiungendo un composto di acqua e zucchero preparato a fuoco dolce e fatto raffreddare.

Periodicamente ricordatevi di agitare il contenitore e dopo un mese potrete imbottigliare il liquore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.