Come fare il cappuccino con la macchina da caffè

come fare cappuccino con macchina da caffe

Il cappuccino rientra tra le bevande più apprezzate dagli italiani, insieme al caffè. Nella vita frenetica di ogni giorno, però, poche persone possono permettersi di andare al bar quotidianamente per fare colazione, non tanto per una questione economica, ma soprattutto per motivazioni legate al poco tempo a disposizione.

Proprio per venire incontro a queste esigenze, nel mercato italiano sono state lanciate diverse alternative altrettanto buone, che consentono di accontentare i gusti di ognuno, senza doversi necessariamente recare al bar per assaporare un buon cappuccino, ma gustandolo direttamente e comodamente a casa propria.

Come? Avendo a disposizione una macchina da caffè, di qualsiasi tipologia.

Prepararlo con l’aiuto di questi elettrodomestici è molto semplice, occorre solamente seguire alcuni suggerimenti, suggerimenti che abbiamo riassunto in questa guida passo passo su come fare il cappuccino con la macchina da caffè.

Prima di iniziare: scelta degli strumenti

Come montare il latte per la preparazione del cappuccino?

In caso di macchina da caffè senza pennarello integrato (l’accessorio che crea il vapore), consigliamo di acquistare un montalatte elettrico. Si tratta di un vero e proprio elettrodomestico, molto compatto, che permette la creazione della schiuma di latte dalla consistenza perfetta, in pochi secondi (sconsigliamo quelli manuali).

Correlato: Miglior montalatte elettrico

Preparare il cappuccino con la macchina da caffè in accoppiata al montalatte elettrico

Nel caso di macchinetta con pennarello, dovreste avere a disposizione il contenitore giusto in cui montare il latte: consigliamo un bricco di metallo alto e stretto, dotato di manico (per evitare bruciature nel maneggiarlo).

Se troppo piccolo o poco stretto potrebbe fuoriuscire, anche perché la formazione della schiuma fa aumentare il volume del latte.

Acquistare un bricco in metallo alto e stretto

I segreti per ottenere una schiuma densa, proprio come quella del cappuccino del vostro bar preferito, sono principalmente due:

  • Prima di tutto si consiglia di utilizzare il latte intero, che contiene una percentuale più alta di grassi e risulta, dunque, maggiormente gustoso e permette la formazione di una bella schiuma corposa;
  • Inoltre, il latte deve essere freddo di frigo, perché lo sbalzo di temperatura tra latte e cappuccinatore facilita (di molto) la formazione della schiuma.

Iscriviti alla Newsletter

Per ricevere via email coupon esclusivi, offerte limitate e gli ultimi articoli sugli strumenti da cucina. Niente spam, provare per credere!

Preparazione del caffè

Il cappuccino non è altro che una miscela tra caffè e latte. Quindi, cosa è importante fare prima o dopo? Si deve davvero seguire un ordine prestabilito? Questo è il quesito che genera più incertezza fra gli utenti.

In realtà non c’è una vera e propria regola, ma è prassi preparare prima il caffè espresso che viene versato nella tazza, dopo di che, si potrà realizzare la schiuma di latte, che verrà poi unita al caffè.

Come montare il latte

Montare latte con montalatte elettrico è semplicissimo

Montare il latte con il montalatte elettrico è una passeggiata. Non si deve far altro che collegarlo alla corrente, inserire il latte e premere un bottone.

Per montare il latte con il pennarello dovrete invece procedere riempendo il contenitore che avete scelto con circa 110 – 120 ml di latte; a questo punto azionate il getto a vapore a vuoto per soli due secondi e poi azionatelo nuovamente una volta immerso completamente (il pennarello) nel bricco.

Quando comincia a formarsi la schiuma, che avverrà sempre più velocemente, allontanate il bricco dal pennarello fino a rimuoverlo del tutto.

Nel caso in cui si formassero delle bollicine troppo grandi, converrebbe fermare l’apparecchio e agitare il bricco leggermente per poi riprendere e continuare fino a quando il latte raddoppia il suo volume.

Montare il latte con il pennarello richiede precisione

A preparazione ultimata, non resta che battere il bricco su un piano per uniformare la schiuma su tutta la superficie, che dovrà essere priva di bollicine.

Unire il latte e la schiuma al caffè

A questo punto, unite il latte nella tazza e sulla superficie potrete creare differenti decorazioni utilizzando un semplice stuzzicadenti, unendo del cacao o un topping al cioccolato.

Questa tecnica, utilizzata a livello professionale, è conosciuta come Latte Art e sul web si possono trovare numerosi tutorial che spiegano passo passo come realizzare delle decorazioni perfette in poco tempo e senza sbavature.

Per i disegni più rifiniti e con maggiori dettagli, è possibile utilizzare una apposita penna che utilizza il latte come inchiostro.

Latte art è l'arte della decorazione del cappuccino

Conclusione

Per finire, ecco alcuni accorgimenti da seguire per preservare il vostro elettrodomestico più a lungo nel tempo.

Innanzitutto, per evitare che si formino incrostazioni nella vostra macchina da espresso che potrebbero comprometterne il suo funzionamento, oltre che per una questione di igiene, sarebbe opportuno pulire la lancia a vapore subito dopo averla utilizzata con un panno umido o asciutto.

Inoltre, prima di spegnere definitivamente la macchina, si deve far uscire del vapore a vuoto al fine di eliminare la condensa interna.

Vi ricordiamo poi di procedere periodicamente con la decalcificazione della macchina da caffè, in modo tale d’avere in cucina un dispositivo che dia sempre il massimo delle sue possibilità.

Torna su

Iscriviti alla Newsletter

* indicates required