Come sbucciare le uova sode facilmente

Come sbucciare le uova sode facilmente

Le uova sode sono un piatto semplice da preparare e molto nutriente, adatto ad essere consumato da solo, come contorno, secondo piatto o abbinato a svariate gustose ricette. Ma come sbucciare le uova sode?

Pulire le uova sode può sembrare un’operazione davvero elementare, eppure molte volte ci si ritrova davanti ad un guscio che si stacca con difficoltà o che si rompe in pezzi troppo piccoli e difficili da eliminare.

Questo dipende principalmente dal grado di freschezza delle uova e dal modo in cui vengono cotte.

Quali uova scegliere?

Se volete togliere facilmente il guscio dell’uovo sodo, dovete sapere che se le uova sono molto fresche quest’operazione potrebbe risultare leggermente più complicata.

Le uova stagionate infatti presentano una bolla d’aria più larga rispetto a quelle raccolte in giornata che facilita enormemente l’operazione di pulizia.

Vi consigliamo dunque di non procurarvi dei prodotti freschissimi, bensì scegliendo una confezione che sia in commercio da circa una settimana potrete sgusciare facilmente le uova sode.

Per capire se un uovo è fresco o meno basta riempire d’acqua fredda una ciotola o un pentolino e immergervi l’uovo: se è freschissimo rimarrà appena sotto la superficie dell’acqua, se è stato raccolto da circa sette o otto giorni rimarrà a galleggiare a metà pentolino, mentre se è più vecchio cadrà sul fondo.

Se immergendo l’uovo nell’acqua doveste notare che questo galleggia completamente, ovvero fuoriesce quasi totalmente dall’acqua, vorrà dire che è troppo vecchio e che probabilmente è andato a male.

Vi conviene dunque buttare l’uovo marcio e non provare nemmeno a cuocerlo.

Come cuocere le uova sode per sbucciarle facilmente?

Uova in cottura

Se volete ottenere delle uova sode facili da sbucciare e che siano cotte alla perfezione, dovete mantenerle a temperatura ambiente per circa trenta minuti prima di iniziare a cucinarle.

Se le uova conservate in frigorifero vengono inserite in acqua bollente senza aver avuto il tempo di riscaldarsi, infatti, si spaccano immediatamente per via del brusco cambio di temperatura, causando la fuoriuscita dell’albume ancora crudo e riempiendosi internamente d’acqua: in questo caso, dovrete buttarle.

Il metodo migliore per ottenere delle uova sode perfette è quello di metterle in un pentolino con l’acqua ancora fredda (l’acqua deve ricoprire totalmente l’uovo e superarlo di circa 5 cm) e solo successivamente accendere il fornello.

Da quando inizia il bollore dovrete aspettare altri 9 minuti e infine estrarre le uova dall’acqua, sollevandole con un cucchiaio.

Monitorate attentamente il tempo di cottura: se farete cuocere le uova troppo a lungo, infatti, diventeranno verdognole a causa della reazione chimica che si innesca con il prolungato contatto tra l’albume caldo e il tuorlo.

Adesso che sapete come eseguire la cottura in modo perfetto, vediamo quali sono le migliori tecniche per sbucciare le uova sode.

Usare il bicarbonato

Aggiungendo semplicemente un cucchiaino di bicarbonato di sodio all’acqua di cottura dell’uovo potrete sfruttare le proprietà chimiche di questo elemento: il bicarbonato, infatti, renderà l’acqua più alcalina e rafforzerà il guscio dell’uovo.

Quest’ultimo, diventando più resistente, potrà essere rimosso con maggiore facilità poiché tenderà a rompersi in pezzi piuttosto grandi, senza sbriciolarsi.

Far rotolare le uova sode

Sbalzo termico uova sode

Per sbucciare un uovo sodo è possibile sfruttare gli sbalzi improvvisi di temperatura.

Non appena avrete terminato la cottura, trasferite le uova in un contenitore con dell’acqua fredda (potete aggiungere anche dei cubetti di ghiaccio) e aspettate che si raffreddino completamente.

Successivamente dovete prendere le uova e trasferirle su una superficie liscia e pulita. Applicate sul guscio una leggera pressione con il palmo della mano e fate rotolare l’uovo avanti e indietro.

In questo modo potrete facilitare la separazione del guscio dall’albume e rimuovere il primo senza intaccare o danneggiare il secondo.

Come sgusciare le uova sode con un cucchiaio

Sbucciare uovo sodo con cucchiaio

Per prima cosa prendete l’uovo e sbattete il dorso del cucchiaio (senza eccessiva forza) sulla parte bassa dell’uovo, in corrispondenza della bolla d’aria.

Rimuovete il guscio che, a contatto con il vuoto sottostante, si rompe e inserite il cucchiaio tra l’albume e il lato del guscio ancora attaccato. In questo modo potrete far leva sull’albume senza danneggiarlo e staccare facilmente il resto del guscio.

Procedendo nello stesso modo su tutta la superficie, non vi resta che pelare le uova sode.

Usare aceto e sale durante la cottura delle uova sode

Prima che l’acqua raggiunga il punto di ebollizione, aggiungete sia un cucchiaino di sale sia un cucchiaio di aceto bianco (vanno bene sia l’aceto di mele sia l’aceto di vino).

Questi elementi agiscono esattamente come il bicarbonato, indurendo il guscio dell’uovo e facilitandone la separazione dall’albume che, cuocendosi, si solidifica.

Quando dovrete sbucciare le uova sode calde, partite sempre dall’estremità inferiore (quella con la bolla d’aria) e proseguite a staccare grossi pezzi di guscio dal resto della superficie.

Usare un barattolo o uno shaker

Shaker delle proteine

Se disponete di un contenitore in vetro di medie dimensioni o di un semplice shaker, potete usarli per sbucciare con facilità le uova sode.

In questo caso, appena avrete ultimato al cottura, vi suggeriamo di trasferire le uova in una ciotola piena di acqua con ghiaccio ed aspettare che si raffreddino del tutto.

Successivamente mettete un mestolo d’acqua nel barattolo o nello shaker (questo serve a non compromettere la superficie dell’albume), inserite l’uovo e chiudete il contenitore.

Sbattete lo stesso finché non noterete che sul guscio delle uova si sono formate delle crepe: estraete le uova ed eliminate il guscio che si è rotto in pezzi larghi e facili da rimuovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su