Cosa non mettere nel microonde

Cosa non mettere nel microonde

Da quando ho acquistato il miglior forno a microonde per le mie esigenze, i pasti hanno cessato di essere un problema organizzativo e riesco a mettere in tavola pietanze varie e gustose con pochissimi minuti di preparazione. Questo elettrodomestico ha rappresentato un’innovazione preziosa per la preparazione e per il riscaldamento del cibo in casa; la sua tecnologia consente di scongelare, riscaldare e cuocere in tempi decisamente ridotti rispetto a quelli abituali.

Nei momenti di fretta o quando ho dimenticato di scongelare il pranzo, per esempio, mi consente di rimediare in pochi minuti. La qualità del cibo, inoltre, non ha niente da invidiare a quello cotto o riscaldato in modo tradizionale.

Cosa non mettere nel forno a microonde

Ho parlato della reale innovazione che il forno a microonde ha rappresentato nella preparazione e nel riscaldamento di cibi. E’ un elettrodomestico prezioso di cui velocemente non sono più riuscita a fare a meno. Come ogni cosa che utilizziamo, però, anch’esso richiede delle precauzioni nell’uso e nella manutenzione. Per il forno a microonde, per esempio, è importante sapere che non tutti gli alimenti né tutti i contenitori sono adatti ad esso.

Vediamo quindi cosa non mettere nel forno a microonde:

Contenitori e materiali non adatti al forno a microonde

Alluminio

Generalmente lo sappiano tutti, comunque l’alluminio non può mai essere usato in un formo a microonde. L’alluminio, entrando in contatto con le radiazioni emesse dal forno, può creare piccole scintille che potrebbero portare allo sprigionarsi di fiamme.

Thermos e contenitori in plastica

Spesso i thermos e i contenitori in plastica presentano all’interno un rivestimento in alluminio e quindi non vanno usati nel microonde per il motivo spiegato sopra.

Ve ne sono, invece, in commercio molti tipi creati appositamente per il microonde: in questo caso presenteranno il simbolo sul fondo. Nel caso in cui esso non ci sia, non tentiamo pericolosi esperimenti perché il cibo potrebbe essere contaminato dall’alluminio e la plastica potrebbe sciogliersi.

Piatti di ceramica con decorazioni in metallo

Prima di inserire un piatto in ceramica nel microonde, dobbiamo sempre controllare che non vi siano dettagli e decorazioni realizzati con metalli (rame, per esempio). Le materie metalliche, infatti, possono provocare scintille al contatto con le radiazioni. Ciò, oltre a rovinare in modo irrecuperabile il piatto, potrebbe portare a rovinare il cibo contenuto rendendolo dannoso per la salute.

Contenitori per alimenti in carta

I fast food, i ristoranti cinesi e alcune friggitorie consegnano il cibo in contenitori di carta; essi non possono essere utilizzati per riscaldare il cibo perché potrebbero rilasciare sostanze tossiche componenti sia del contenitore stesso che di eventuali scritte poste sulla parte esterna. La carta, inoltre, potrebbe prendere fuoco.

Alimenti non adatti al forno a microonde

Salse e sughi senza coperchio

Riscaldare una salsa o un sugo nel microonde è davvero pratico e veloce; ciò che conta, però, è ricordarsi sempre di inserirli in un contenitore con coperchio per impedire la fuoriuscita di schizzi che macchierebbero le pareti del forno.

Alimenti con la buccia

Uova, ma anche uva, pomodori, salsiccia, pollo, patate e tutti gli alimenti con la buccia non vanno mai cotti nel microonde. Le uova, infatti, non diventeranno sode, bensì esploderanno… e le patate è meglio sbucciarle in precedenza per evitare la stessa fine, oppure è sufficiente bucherellarle in superficie prima di accendere, per evitare che la buccia scoppi letteralmente.

Per lo stesso motivo, non è possibile rassodare le uova nel microonde poiché scoppierebbero prima di raggiungere la cottura.

Peperoncino

Anche il peperoncino, avendo una buccia molto resistente, nel microonde potrebbe scoppiare. In esso, inoltre, sono contenute sostanze che al contatto con le radiazioni divengono tossiche e, quindi, nocive per la salute.

Conclusione

Nel primo periodo di utilizzo del forno a microonde ho consultato la guida inclusa in dotazione in ogni utilizzo per essere certo di seguire il procedimento giusto. Anche se ciò ha richiesto tempo iniziale, adesso posso utilizzarlo senza incertezze e senza commettere errori che potrebbero essere dannosi per la salute mia e della mia famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *