Magazine Friggitrice ad aria o ad immersione: guida alla scelta

Friggitrice ad aria o ad immersione: guida alla scelta

Friggitrice ad aria o ad immersione? Quale scegliere tra le due se amate la frittura a più non posso? Rispondere non è facile perché dipende dai gusti ma soprattutto dalle proprie esigenze.

Di certo la frittura è preparazione gustosa alla quale è difficile resistere, anche se è bene non abusarne perché non del tutto salutare.

Ecco perché la tecnologia ci viene incontro con le friggitrici ad aria, moderne ed innovative che vi permettono di non rinunciare ai fritti prestando attenzione alla loro cottura.

Correlato: Miglior friggitrice ad aria

Vediamo dunque cosa distingue una friggitrice ad immersione tradizionale da una ad aria, facendo un confronto tra le due tipologie e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di ognuna.

Friggitrice ad aria o ad immersione: le differenze

Le due macchine si differenziano per il modo in cui cuociono i cibi, come lo stesso nome lascia intendere, entrambe propongono delle fritture ma quello che cambia è la modalità di frittura.

Con la friggitrice ad immersione i cibi vengono cotti immergendoli nell’olio bollente, mentre con la friggitrice ad aria l’olio richiesto è minimo e la cottura avviene grazie ad un potente getto di aria calda.

Oltre il funzionamento a distinguerle c’è anche il prezzo. Le macchine tradizionali oggi sono diffusissime sul mercato e se ne trovano non solo modelli diversi ma anche economici e di uso casalingo, fino a quelle più professionali.

Quelle per uso domestico hanno un costo molto accessibile, anche sui 30 euro, mentre ben più costose sono le friggitrici ad aria.

Più innovative hanno la necessità di partire da un budget più elevato, non meno di 50 euro per i modelli base fino a salire per quelli più specifici con maggiori garanzie di cottura.

Friggitrice ad immersione: come funziona

Friggitrice ad immersione su piano lavoro cucina

La friggitrice ad immersione usa l’olio bollente come vettore di calore e ha un funzionamento molto semplice. Piccola e maneggevole, quella di uso casalingo, funziona a corrente.

Basta versare l’olio nella vaschetta e attendere che sia caldo in base alla temperatura che viene impostata in modo manuale o con i programmi automatici.

Appena la temperatura si è stabilizzata non serve altro che inserire i cibi da friggere nel cestello per immergerli nell’olio. Si chiude la macchina, si lascia cuocere e quando i cibi diventano dorati vuol dire che sono pronti per essere gustati. Si toglie il cestello, si lascia scolare l’olio in eccesso e si serve in tavola.

In questo modo la frittura è davvero perfetta, croccante fuori e morbida dentro, non si sporca e si evita la diffusione di cattivi odori in casa.

In questo modo è bene sottolineare però che la frittura è tutt’altro che salutare e per questo non se ne dovrebbe abusare.

Per approfondire: Il fritto fa male? Facciamo chiarezza

Friggitrice ad aria: come funziona

Verdure e patate in friggitrice ad aria Philips

La friggitrice ad aria sfrutta, invece, il calore dell’aria calda che circola al suo interno in modo molto veloce ed omogeneo per cuocere gli alimenti utilizzando solo una piccolissima quantità di olio.

È questo procedimento che dona ai cibi croccantezza, sapore e morbidezza similmente ad una frittura tradizionale.

Ecco che in questo modo si procede con una cottura più sana e leggera, con meno grassi.

La friggitrice ad aria, di solito, essendo una macchina molto innovativa è in grado anche di svolgere altre funzioni, come riscaldare e arrostire.

Leggi anche: Friggitrice ad aria: le nostre opinioni dopo averla provata

Macchine a confronto, pro e contro

Capito come si usano e quali sono le loro caratteristiche principali, vi propongo ora un confronto tra i due tipi di friggitrici, per capire quali sono i pro ed i contro di entrambe.

Solo così potrete decidere al meglio quale alternativa scegliere.

Senza dubbio entrambe sono piccoli elettrodomestici compatti, facili da utilizzare e da pulire, che permettono di non sporcare la cucina e di limitare la diffusione degli odori in casa.

IMPORTANTE

Controllare che la friggitrice ad immersione sia già dotata di filtri durante l’acquisto.

Sulla sicurezza la friggitrice ad aria ha dei piccoli vantaggi. Non impiega molto olio e anche dopo la cottura non costituisce un pericolo, soprattutto per i più piccoli.

Quella ad immersione, invece, è necessario tenerla sotto controllo dopo la cottura perché se il cestello rimane aperto non è difficile avvertire schizzi e piccole ustioni.

Patatine fritte in friggitrice ad aria

Infine però c’è da dire che la friggitrice ad aria propone degli ottimi piatti, ma chi cerca una cottura uguale alla frittura tradizionale rimarrà un po’ deluso.

La cottura non potrà mai essere del tutto uguale perché l’olio impiegato è decisamente di meno e non riesce a regalare quel profumo e quel sapore tipico del fritto tradizionale.

Ma io sono dell’idea che sia meglio rinunciare ad un gusto leggermente meno intenso a fronte di un pasto più salutare.

Quale scegliere?

Siamo arrivati alla chiusura del cerchio. Quale scegliere tra le due? Come detto in apertura tutto dipende da voi e da quello che cercate.

Se volete una frittura più sana e che faccia meno male, potendone mangiare una quantità in più, senza ombra di dubbio la scelta deve cadere sulla friggitrice ad aria.

Molto comoda anche per chi ha bambini in casa, evitando che si possano far male con l’olio e invitandoli a mangiare da piccoli un cibo più sano.

Se invece non volete rinunciare al sapore impareggiabile della classica frittura con arancini, supplì, patatine fritte e cibi impanati la friggitrice ad immersione è quello che vi serve.

Se pensate che vi piace concedervi, una volta ogni tanto, una buona frittura senza scendere a compromessi avete già la risposta in tasca.

Detto questo, ecco il modello che consigliamo maggiormente per ciascuna categoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

DA NON PERDERE