Frullatore o centrifuga? Quale scegliere?

Frullatore o centrifuga

Gli elettrodomestici sono diventati i veri capisaldi dell’esperienza culinaria di ogni appassionato del buon cibo che si rispetti! La loro potente innovazione tecnologica, infatti, è riuscita a risolvere tantissimi problemi legati all’esperienza ai fornelli.

Come saprete, mi è capitato spesso di cercare e comparare i migliori prodotti presenti sul mercato per migliorare costantemente la fruibilità e la bontà delle mie pietanze! Recentemente ho approfondito con particolare interesse la differenza – e la rispettiva convenienza – di due utensili che hanno ottenuto una popolarità sempre crescente negli ultimi anni.

Sto parlando delle differenze e dei benefici della centrifuga e del frullatore; vi sarà sicuramente capitato di chiedervi quale dei due prodotti fosse maggiormente adatto alle vostre esigenze, soprattutto quando c’è modo di approfittare di un’offerta interessante che permette di aggiungere un elettrodomestico smart alla propria collezione!

Per questo motivo, oggi ho deciso di raccogliere tutte le informazioni più utili, specifiche e interessanti che ho avuto modo di raccogliere nel tempo per guidare la mia scelta; non solo sono certa che esse saranno un prezioso consiglio all’acquisto, ma ritengo che potranno esservi utili anche per scegliere il miglior criterio decisionale! Quindi meglio frullatore o centrifuga?

Centrifuga: caratteristiche e vantaggi

Le centrifughe sono piccoli elettrodomestici smart molto comuni nelle case degli italiani. La loro popolarità negli ultimi anni è stata oggetto di una commercializzazione sempre crescente, che ha permesso di trovare modelli altamente tecnologici in commercio con un buon rapporto qualità/prezzo. Usando la forza della centrifuga integrata, l’utensile culinario consente di estrarre rapidamente il succo della vostra frutta fresca preferita, eliminando la polpa in eccesso.

Correlato: Estrattori o centrifughe?

La componentistica dei modelli che ho visionato in store mi ha immediatamente colpito per la ricerca e la cura dei materiali scelti; non solo – infatti – le funzionalità di una centrifuga sono minimal e ben congegnate, ma riescono a racchiudere il massimo delle performance in modelli piccoli e leggeri, in acciaio inossidabile e facile da pulire.

La frutta e la verdura possono essere inserite nella scocca interna dopo essere state tagliate grossolanamente – con la propria buccia – così da ottenere in pochi minuti il meglio dei vostri succhi preferiti grazie alla velocità delle lame rotanti! La bevanda esce – nella maggior parte dei modelli – da un piccolo rubinetto posto nella parte inferiore dello strumento.

I vantaggi di un elettrodomestico di questo tipo, risiedono nella sua capacità di essere semplice da usare, minimal e funzionale. Adatto a chi abbia un budget corposo e un’idea chiara in testa, esso è l’ideale per gli acquirenti più green che vogliano portarsi a casa un prodotto di qualità che farà risparmiare soldi con il tempo; questo metodo di consumo permette, infatti, di non gettare via nulla in quanto frutta e verdure troppo mature non saranno più da cestinare nel secchio dell’umido. Ogni pretesto sarà buono per avere a portata di mano un bicchiere della vostra bevanda preferita.

Frullatore: caratteristiche e vantaggi

Il frullatore è un elettrodomestico che deve la sua fama al fatto di essere accessorio di numerosi robot da cucina. Le sue performance sono sicuramente più contenute rispetto a quelle di cui abbiamo parlato per la centrifuga, ma anche il budget può essere ridotto drasticamente. Se si cerca un articolo funzionale e senza troppe pretese, sono certa che il frullatore può essere una valida soluzione alla vostra voglia di succhi made-at-home!

Il prodotto in questione opera in maniera molto semplice: la sua composizione basic è costituita da un bicchiere molto capiente montato ad un motore dotato di lame interne, in grado di sminuzzare frutta e verdure con facilità. I vostri ingredienti total green, in questo caso, vanno però tagliati in piccole parti e ripuliti con cura prima di essere inseriti nel recipiente in questione.

Le bevande che otterrete con un frullatore di ottima generazione non avranno nulla da invidiare ai prodotti comprati spesso in bottega o nei supermercati bio. Essi possono essere preparati con frutta o verdura di stagione, nonchè con l’aggiunta di yogurt e latte per facilitarne la miscelazione e la corposità.

Rispetto ai succhi “puri” che si ottengono con la centrifuga, il frullato mantiene al suo interno anche la polpa e tutte le fibre provenienti dai tuoi prodotti preferiti; di conseguenza esso non solo è maggiormente indicato per quanti siano alla ricerca di una bevanda energetica e depurativa, ma anche per coloro i quali siano interessati ad avere a portata di mano un prodotto in grado – con la sua densità – di saziare molto.

Se preferite un buon pretesto per iniziare una dieta dimagrante, insomma, il frullatore è probabilmente la scelta più adatta alle vostre esigenze!

Frullatore o centrifuga? Tiriamo le somme

Il mio consiglio è di valutare da un lato la vostra preferenza gustativa – che dipende molto dalla consistenza che volete ottenere nelle vostre bevande, – dall’altro il budget di riferimento. Il frullatore è un prodotto più lento e difficile da pulire, ma anche molto più economico; di contro, la centrifuga compensa con ottime e rapide performance unite a una fascia di prezzo leggermente superiore. A voi la scelta.

Correlato: Migliore centrifuga

Correlato: Miglior frullatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su