Migliore grattugia elettrica 2020: Guida all’acquisto

migliori grattugie elettriche

Quali sono le migliori grattugie elettriche del 2020?

La migliore grattugia elettrica in commercio

La migliore grattugia elettrica qualità/prezzo

La grattugia elettrica più venduta

La grattugia elettrica più economica

Guida all’acquisto: come scegliere una grattugia elettrica

Dimensioni

Sebbene esistano modelli di vari formati, che coprono un po’ tutta la gamma delle esigenze, da quelle dei single a quelle delle famiglie numerose, esistono due macro categorie di grattugie elettriche. Le prime sono quelle prodotte per l’uso domestico, le seconde per gli utilizzi da parte dei professionisti della ristorazione.

Una grattugia destinata all’uso domestico misura in media 20 x 10 x 9 centimetri (in larghezza, altezza, profondità) nei formati più piccoli, per arrivare a 26 x 16 x 11 centimetri in quelli più grandi. Le grattugie elettriche professionali hanno dimensioni maggiori, intorno ai 35 centimetri di larghezza per 30 di altezza e profondità.

Un indubbio vantaggio dei modelli professionali è che hanno ottime prestazioni, ma dall’altro lato occupano anche più spazio. Se preferite apparecchi compatti e nella vostra cucina lo spazio è poco, sarà meglio optare per un modello casalingo, dalle dimensioni contenute.

A dimensioni più grandi corrisponde anche un peso maggiore: una grattugia elettrica professionale può arrivare a pesare fino a 10 chili. Di contro, i modelli domestici sono portatili, e quindi difficilmente pesano più di 600 – 700 grammi.

Quando si tratterà di scegliere la migliore grattugia elettrica, quindi, valutate attentamente l’ingombro e il peso dell’apparecchio, oltre all’utilizzo che intendete farne: vi serve per grattugiare con frequenza grandi quantità di formaggio? O preferite una grattugia che, all’occorrenza, potrete infilare in valigia e portare con voi in vacanza, magari in campeggio?

Dal punto di vista del design, le due tipologie sono facilmente distinguibili. Le grattugie compatte, destinate all’uso domestico, hanno una linea semplice, con un pezzo unico in plastica e un rullo da estrarre dove si posiziona il pezzo di formaggio da grattugiare.

Il modello professionale invece è formato da più componenti distinti: il corpo macchina, dotato nella parte superiore di una vaschetta dove si inserisce il formaggio, e a parte il contenitore dove si raccoglie il prodotto grattugiato.

grattugia elettrico con contenitore porta formaggio

Potenza e alimentazione

In linea di massima, il modello ad uso domestico sarà un apparecchio alimentato a batteria, quindi senza fili, il che consente una certa comodità d’uso e maneggevolezza.

Anche in questo caso troviamo differenze notevoli tra i modelli ad uso domestico e quelli ad uso professionale: mentre nel primo caso abbiamo per lo più prodotti senza fili alimentati a batteria e con una potenza medio/bassa, le grattugie professionali solitamente sono più potenti ed alimentate a cavo.

Se non vi entusiasma l’idea di una grattugia che funziona a batterie, col rischio di trovarsi con le pile scariche e nessun ricambio in casa, tenete presente che, tra i modelli per l’uso casalingo di fascia medio alta ci sono varie proposte con batteria ricaricabile. L’unica cosa da valutare, se vi orientate su questo tipo di apparecchi, è il tempo necessario per una ricarica completa, e quanto sia fattibile reperire una batteria sostitutiva, qualora quella in dotazione si danneggiasse.

La batteria ricaricabile, oltre a essere una scelta più ecologica rispetto alle classiche pile, è anche più economica (non sarà necessario acquistare periodicamente nuove pile) e in genere garantisce una resa migliore.

Se ritenete che, invece, un prodotto professionale farebbe più al caso vostro, i due aspetti da considerare riguardo l’alimentazione dell’apparecchio sono la lunghezza del cavo e il consumo. Valutate attentamente in quale punto della cucina pensate di posizione la grattugia, e quanto dista il punto dalla presa di corrente più vicina.

Il range di potenza delle grattugie elettriche è ampio. Nei modelli più basic si aggira intorno ai 10 Watt, per arrivare ai 500 Watt dei modelli professionali più sofisticati. Se la grattugia funziona a batterie, la potenza è indicata dal voltaggio di queste ultime.

Ovviamente, a potenze diverse si ottengono prestazioni diverse. Per stabilire quanto potente dovrebbe essere la grattugia che acquisterete, è utile domandarvi che uso intendete farne. Se vi serve per grattugiare formaggi poco stagionati, non è necessario un apparecchio ad alto voltaggio. Per pane secco e formaggi ad alta stagionatura invece sarà necessario un apparecchio più potente.

Per un utilizzo domestico non intensivo, una grattugia di media potenza, portatile e maneggevole è la scelta ideale. Chi prevede di usarla spesso e con grandi quantità di formaggio o pane si orienterà invece su una grattugia professionale dotata di alimentazione a cavo, dalle prestazioni più elevate.

Funzionalità

Non meno importante dei precedenti per la scelta della grattugia è il criterio delle funzioni che l’apparecchio offre.

Esistono in commercio diversi tipi di grattugie multifunzione, dotate di vari pezzi e accessori. Sono apparecchi estremamente versatili, e di conseguenza mediamente più costosi delle versioni meno accessoriate.

Le funzioni tipiche delle grattugie elettriche sono le seguenti:

  • Tasto di accensione e spegnimento: ovviamente, è presente in ogni tipo di grattugia elettrica, con differenze in base al modello. Gli apparecchi per uso casalingo più essenziali si avviano quando viene premuto il manico per grattugiare il formaggio all’interno del rullo. Quelli un po’ più avanzati hanno un tasto apposito. I modelli professionali sono dotati di vere e proprie pulsantiere, semplici da usare, con cui avviare e spegnere l’apparecchio.
  • Il sistema di sicurezza: in tutti i modelli è presente nella sua versione base, necessaria per utilizzare l’apparecchio senza pericoli, impedisce alle lame in funzione di toccare le dita. Nei modelli più sofisticati, il sistema di sicurezza è integrato dalla funzione di spegnimento automatica se l’apparecchio si surriscalda troppo. In questo modo i componenti della grattugia non vengono rovinati dalle alte temperature.
  • La funzione di spegnimento automatico non è una prerogativa delle grattugie ad uso professionale, in quanto si trova anche in modelli ad uso domestico di fascia medio-alta. Questa funzione può rivelarsi molto utile: infatti il surriscaldamento dell’apparecchio, se di per sè non costituisce un pericolo per le persone, può però portare al deterioramento di alcune parti della grattugia, rendendola in tutto o in parte inutilizzabile.
  • Funzioni extra: oltre al tradizionale utilizzo per grattugiare formaggio e pane, alcune grattugie elettriche sono dotate di accessori per tagliare verdure, spremere pomodori e agrumi e tritare la carne. Sono funzioni che possono trovarsi sia nei modelli professionali che casalinghi, e potrebbero rivelarsi la scelta giusta se state cercando un elettrodomestico più versatile della classica grattugia.

Accessori

A seconda di quanto e come utilizzerete la grattugia elettrica, il genere e tipo di accessori che potrebbero servirvi cambierà, quindi vi consigliamo di valutare anche questo aspetto tra i modelli che prenderete in considerazione per l’acquisto. Partiamo dai modelli di grattugia elettrica base: in genere l’apparecchio è corredato da uno o due rulli, con lame differenti per grattugiare il formaggio più finemente o grossolanamente. Modelli più avanzati dispongono, naturalmente, di più accessori, con prestazioni differenti tra loro.

Verificate anche se per il modello da voi scelto esistono accessori che potrete eventualmente comprare in un secondo tempo, e se esiste la possibilità di acquistare pezzi di ricambio, qualora vi servisse sostituire uno degli accessori.

Vi illustriamo ora, con un rapido elenco, gli accessori che di solito trovate abbinati alle grattugie elettriche in vendita.

rullo dentato della grattugia elettrica

Il primo e più importante è il rullo dentato, che è la parte fondamentale dell’apparecchio. In acciaio inox, di solito è smontabile e lavabile. Spesso i rulli in dotazione all’apparecchio sono due o più di due: così a seconda del tipo di grattugiatura desiderata (più fine o più grossa) avrete le lame adatte.

In alcuni tipi di grattugia elettrica non trovate il rullo, ma delle lame, anche queste in acciaio inox. Questo genere di grattugia è però, mediamente, meno performante rispetto ai modelli con rullo.

La ciotola esterna è sempre in dotazione con le grattugie elettriche professionali. Dispone di coperchio ermetico, e serve per raccogliere il grattugiato e conservarlo senza che si rovini, se non viene immediatamente consumato.

Alcuni produttori forniscono, al posto del coperchio, un tappo, per sigillare la grattugia lateralmente, e preservare così sapore e freschezza del formaggio appena grattugiato.

Come detto, non è da sottovalutare l’eventuale disponibilità o meno di pezzi di ricambio e ulteriori accessori, quando scegliete la grattugia elettrica per casa vostra. In linea di principio, gli apparecchi più economici sono costituiti da un pezzo unico, non smontabile, e non dispongono di ampie gamme di accessori.

Le grattugie più moderne in genere offrono la possibilità di acquistare separatamente accessori e pezzi di ricambio. Il prezzo, mediamente più alto dei modelli base, è giustificato anche dal fatto che, qualora necessitaste di sostituire un pezzo, il produttore ve ne dà la possibilità, senza dover acquistare un apparecchio nuovo.

A prescindere dall’utilizzo che ne farete, tenete presente che se la scelta ricade su un modello smontabile con pezzi di ricambio acquistabili separatamente, sarà probabilmente un acquisto più conveniente sul lungo periodo.

Pulizia

Concludiamo le nostre valutazioni su come scegliere la migliore grattugia elettrica per le vostre esigenze passando al capitolo pulizia e lavaggio. Come per i precedenti, anche questo aspetto è fortemente influenzato dalla tipologia di apparecchio, se per uso casalingo o professionale.

I modelli basic, dove solo il rullo si può estrarre e lavare, potranno essere puliti con un panno umido. Non potrete ovviamente lavare la grattugia (eccezion fatta per il rullo), dal momento che è un pezzo unico con il motorino.

Se scegliete una grattugia con componenti smontabili, la pulizia sarà più agevole, e in genere la maggior parte dei pezzi si può lavare anche in lavastoviglie.

grattugia elettrica professionale smontabile

Quanto sia comoda la pulizia di un apparecchio è uno dei criteri fondamentali per scegliere un elettrodomestico, qualunque esso sia, specialmente se pensate di utilizzarlo spesso. Eliminare accuratamente i residui dopo ogni grattugiata conserverà meglio l’apparecchio, e impedirà si formino muffe o accumuli di materiale nella dentatura, pregiudicando il funzionamento della grattugia. Privilegiate modelli dove almeno la parte della grattugia che viene a diretto contatto con gli alimenti sia smontabile e lavabile!

Prezzi delle grattugie elettriche

Come avrete già intuito, i prezzi variano considerevolmente, a seconda dei modelli, degli accessori, della potenza, e di tutte le caratteristiche che abbiamo visto finora. Facendo una media, possiamo dire che una buona grattugia per uso casalingo costerà tra i 20 e i 70 €. Ovviamente le migliori grattugie professionali hanno tutt’altra gamma di prezzi, che nei casi dei modelli più avanzati superano i 350 €.

Non esiste una soluzione che vada bene per tutti. La scelta dipenderà dalla frequenza con cui prevedete di utilizzare la grattugia, dalla necessità di eventuali accessori extra per altri usi (come ad esempio il tritacarne e tritaverdure di cui parlavamo sopra), dallo spazio che potrete riservare in cucina all’apparecchio. L’ideale è fissare il vostro budget di spesa, e all’interno di questo individuare il modello migliore per rapporto qualità/prezzo.

Se siete indecisi tra due modelli che si equivalgono per prezzo, scegliete quello prodotto con il materiale migliore, che dispone di più accessori (se immaginate vi torneranno utili), sull’eventuale servizio di assistenza post-vendita offerto dal produttore, e sull’agevolezza della pulizia dell’apparecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *