Migliore pentola a pressione 2020: Guida all’acquisto

Migliori pentole a pressione Guida all'acquisto

Dopo aver parlato di padelle e teglie, non potevamo non stilare una classifica delle migliori pentole a pressione sul mercato.

Si tratta di una pentola che, sfruttando un aumento di pressione interno, permette di far evaporare molto rapidamente l’acqua al suo interno. Come la vaporiera, sfrutta proprio il vapore per cuocere le pietanze.

Il suo punto di forza però, oltre alla rapidità di cottura, è la versatilità: non si ferma al pesce al vapore, ma si può utilizzare anche per zuppe, brasati, stufati, bolliti, verdure in umido, risotti e arrosti.

Migliori pentole a pressione del 2020

La Lagostina Irradial Control Lagoeasy’Up è una pentola a pressione innovativa, caratterizzata da un sistema brevettato di apertura con una sola mano (e un solo movimento).

E’ poi caratterizzata dalla presenza di 6 sistemi di sicurezza e della valvola Control che, ruotandola, permette il controllo diretto della fuoriuscita verticale del vapore.

Abbiamo trovato poi molto robusta la costruzione in acciaio inox 18/10, e il fondo 3 strati (acciaio – alluminio – acciaio) è perfetto per qualsiasi piano cottura, compreso quello a induzione.

La Lagostina Irradial Control Lagoeasy’Up è disponibile nei 3 tagli da 3,5 – 5 – 7 L (tutti con diametro da 22 cm).

La Lagostina Clipsominut’ Perfect è disponibile nell’unica versione da 6 L, è in acciaio inox 18/10 e il fondo è a triplo strato (compatibile con induzione).

Il suo punto di forza è il sistema di apertura ad una mano, ma soprattutto la presenza del timer smart automatico: una volta impostato il tempo di cottura, il timer si avvia automaticamente quando la pentola entra in pressione; una volta terminata la cottura, vi avverte tramite allarme sonoro.

Quella AmazonBasics è la nostra scelta tra le migliori pentole a pressione economiche. Disponibile in 2 tagli (4 – 6 L), è in acciaio inox e permette la cottura in 2 pressioni: 50 kPa (cottura delicata) e 90 kPa (cottura rapida).

Lavabile in lavastoviglie, coperchio escluso, i manici sono in bachelite (non diventano bollenti) e si può usare sia su fiamma diretta che sui piani a induzione.

La Instant Pot Evo Duo Plus è la pentola a pressione elettrica 10-in-1 più popolare al mondo.

Da poco commercializzata anche in Italia, questa presenta programmi personalizzati per cuocere a pressione, a vapore, preparare risotti, cuocere al salto, per lo slow cooking o sous vide, per preparare lo yogurt ma anche per la cottura al forno.

La pentola interna in acciaio inox 18/8 si può usare anche su fiamma diretta e su induzione e la capienza di 5,7 L la rende perfetta per una famiglia di 5-6 persone.

Chiaramente è presente un display, molto spazioso e luminoso, nel quale si può visionare il timer e a quale fase si è della cottura. Di contro, è tutto in inglese, compreso il ricettario in dotazione.

Scegliere la migliore pentola a pressione: i fattori da considerare

Nella scelta della migliore pentola a pressione sono diversi i fattori da considerare. A seguire li abbiamo raccolti tutti.

Iniziamo dal materiale. A differenza delle normali pentole, di quelle a pressione se ne trovano essenzialmente di 2 tipi: quelle in acciaio inox e quelle in alluminio.

La migliore pentola a pressione in commercio è quella in acciaio inox

L’alluminio è da evitare, ma non perché faccia schifo: il problema è che ha una vita media nettamente inferiore all’acciaio inox. Ed è proprio l’acciaio inox il miglior materiale. E’ robusto, è adatto per temperature elevate ed è sicuro al 100% in termini salutistici.

Negli ultimi anni si sono diffuse pentole in acciaio inox + alluminio: un mix vincente, da preferire quando possibile.

Continuando a parlare della costruzione, la pentola a pressione deve avere un fondo spesso (maggiore resistenza) e non deve presentare problematiche che potrebbero infierire sulla cottura, come un coperchio non perfettamente ermetico.

scegliere una pentola a pressione con manico che non si scalda

Tranne qualche rarissima eccezione, praticamente tutte hanno una manici. Se in acciaio inox, anche se non conduce bene il calore, diventerà bollente.

La soluzione è scegliere una pentola a pressione con il manico che non si scalda (in bachelite, silicone, ecc).

Anche queste sono disponibili in diverse dimensioni. Quelle standard hanno un diametro di 22 cm e una capacità di 5 L, ma se ne trovano di più piccole (esempio 3,5 L) o di più grandi (6 L o più, 26+ cm). Qui è chiaro che la scelta dipende dalle proprie esigenze.

Il timer integrato è un accessorio che si può trovare in alcuni modelli

Tutte hanno 2 valvole, ma alcune ne hanno anche 3. In realtà non fa differenza, perché tra valvole e più sistemi di sicurezza, ormai le pentole a pressione sono sicurissime. E alcune hanno anche un timer integrato.

Questi sono i fattori da considerare “standard”, ma il progresso tecnologico ha portato anche in questo campo diverse innovazioni.

Le pentole a pressione elettriche permettono di automatizzare l'uso

Ad esempio in commercio si possono trovare pentole a pressione elettriche ovvero con un motore integrato che, una volta collegate alla corrente, permettono di cuocere autonomamente regolando temperatura e timer.

In genere hanno un display, e quelle più recenti programmi preimpostati per realizzare diversi piatti semplicemente inserendo gli ingredienti e spingendo un bottone.

Domande frequenti sulle pentole a pressione (FAQ)

Come funziona la pentola a pressione?

Le pentole a pressione hanno un manico ermetico che limita la fuoriuscita di aria e vapore, e ciò innalza la pressione interna. La temperatura dell’acqua sale fino a 120 °C, ed è proprio questo il motivo per cui ne serve meno ai metodi di cottura tradizionali (in cui l’acqua raggiunge i 100 °C).

La pentola a pressione è sicura?

Assolutamente si, ma bisogna seguire perfettamente la procedura illustrata nel manuale utente. Le pentole a pressione moderne poi hanno così tanti sistemi di sicurezza, che farsi male è davvero impossibile.

Cosa cambia tra i modelli tradizionali e quelli elettrici?

Le pentole a pressione elettriche permetto di automatizzare la preparazione di numerose pietanze, ma non raggiungono la stessa pressione interna di quelle tradizionali, le quali rimangono ancora la nostra scelta numero 1. Queste poi, non avendo componenti elettriche, possono veramente durare decenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su