Migliori teglie per pizza 2020: Guida all’acquisto

Migliori teglie per pizza Guida all'acquisto

La cucina casalinga è tornata di moda, e oggigiorno si trovano online numerose guide passo-passo su come preparare in casa un impasto per la pizza di livello professionale, alcuni con una idratazione che si spinge anche al 100%.

Ma in tanti dimenticano l’importanza della teglia per pizza: una di buona qualità (e del giusto materiale) permette di valorizzare l’impasto preparato, così da fargli esprimere il massimo potenziale.

Migliori teglie per pizza del 2020

Nel tempo ne abbiamo provate diverse, e ci siamo resi conto che anche alcuni modelli di aziende piuttosto conosciute non sono affatto così prestanti.

A seguire abbiamo raccolto quelle che abbiamo riconosciuto come le migliori teglie per pizza sul mercato; ne abbiamo selezionate di diverse tipologie: siamo sicuri che troverete quella che fa più al caso vostro.

Ballarini Professionale teglia rettangolare in ferro blu

Questa teglia per pizza rettangolare è il massimo in termini di qualità, ma occhio al giusta manutenzione: richiede il trattamento di bruciatura prima del primo utilizzo, e mai pulirla con l’acqua. Detto questo, è ben saldata e vi durerà una vita.

Paderno teglia tonda in ferro blu

Disponibile in più formati, anche questa teglia tonda in ferro blu Paderno è assolutamente consigliata. Spessa il giusto e ben saldata, con le giuste accortezze la userete senza problemi per anni.

Pentole Agnelli teglia rettangolare in alluminio

Economica e disponibile in 6 misure, la teglia rettangolare in alluminio marchiata Pentole Agnelli è il non plus ultra della categoria. Le uniche accortezza da seguire sono le solite di questi prodotti: ungerla prima dell’uso e fare una passata preliminare sul ripiano più basso del forno, così da evitare che la pizza risulti troppo umida.

MasterClass KCMCGB3

Una teglia da forno versatile, che richiede poca manutenzione poiché in alluminio ma con rivestimento antiaderente, così da non attaccare. Versatile perché si può usare non solo per la pizza, ma anche per dolci e molto altro.

Amazy pietra refrattaria

Alla ricerca di una pietra refrattaria al giusto prezzo? Abbiamo selezionato questo modella della Amazy perché è sufficientemente spessa, non costa eccessivamente e in dotazione è presente l’utilissima pala per posizionare la pizza tonda. La usiamo anche per cuocere il pane, e il risultato ricorda di molto quello fatto nel forno a legna.

Le Creuset teglia forata antiaderente

La teglia da forno per pizza Le Creuset è forata, quindi la consigliamo per gli amanti degli impasti poco idratati. Il risultato è una pizza tonda poco umida, croccante anche al centro, quella che in tanti definiscono “biscottata.

Iscriviti alla Newsletter

Per ricevere via email coupon esclusivi, offerte limitate e gli ultimi articoli sugli strumenti da cucina. Niente spam, provare per credere!

Scegliere la migliore teglia per pizza: i fattori da considerare

I fattori che ci aiutano ad ottenere una buona cottura della pizza sono principalmente il materiale di realizzazione della teglia e la sua struttura.

Materiali

Come già accennato, il materiale risulta essere il fattore più importante perché influisce attivamente sulla cottura della pizza; tra i più comuni abbiamo il ferro e l’alluminio, e ognuno di questi presenta sia dei vantaggi che degli svantaggi.

Teglia per pizza rettangolare in ferro blu

Le teglie in ferro blu hanno la capacità di assorbire calore in grandi quantità, per poi rilasciarlo uniformemente; lo svantaggio è che richiedono una particolare manutenzione, perché non possono essere né lavate con l’acqua, né conservate in un luogo umido poiché si potrebbero ossidare;

Le teglie per la pizza in alluminio sono economiche, conducono ottimamente il calore e sono facili da pulire; tra gli svantaggi ricordiamo la scarsa antiaderenza.

Teglia per pizza rettangolare in alluminio

Le teglie per pizza in lamiera alluminata sono caratterizzate da un tipo di composto a base di alluminio (circa 90%) e silicio (circa 10%) che risulta essere molto più resistente alle temperature elevate rispetto all’alluminio puro; rispetto a questo hanno però una minore conducibilità termica.

Pizza che cuoce su pietra refrattaria

La pietra refrattaria per pizza è realizzata con materiali quali argilla o cordierite, e il principale vantaggio è quello di poter raggiungere senza problemi temperature elevatissime; ciò permette di velocizzare di molto il processo di cottura, e ottenere risultati simili a quello dei forni professionali. L’unico svantaggio è che si scaldano molto lentamente.

Struttura

Come per i materiali di realizzazione, anche la struttura delle teglie da forno per pizza influisce attivamente sulla cottura.

  • Tra una teglia tonda o rettangolare non ci sono particolari differenze. In questo caso la scelta dipende esclusivamente dalle proprie esigenze.
  • Le teglie con base forata consentono una maggiore areazione dell’impasto, e questo significa una pizza meno umida e più croccante, anche al centro. Il massimo per gli amanti della pizza biscottata.
  • Alcune teglie il alluminio possono presentare un rivestimento antiaderente, e queste sono l’ideale per chi vuole totalmente eliminare la possibilità che l’impasto si attacchi; di contro, come le padelle antiaderenti hanno una vita media minore.
Pizza alveolata in teglia da forno antiaderente

Dimensioni

In merito alle dimensioni, è una decisione del tutto personale. Generalmente, quelle tonde possono raggiungere un diametro massimo di circa 32 cm, mentre quelle rettangolari partono in genere dai 35 cm di lunghezza per raggiungere un massimo di 60 cm.


Domande frequenti (FAQ)

D: Teglia o pietra refrattaria?

R: La pizza in teglia richiede, per l’appunto, la teglia. La pietra refrattaria è da preferire per la preparazione delle pizze tonde (quelle in stile napoletano o romano), perché più semplici da posizionare sopra di questa.

D: A cosa serve la teglia forata?

R: I fori nella teglia servono per evitare che si formi umidità in cottura. La teglia forata è utile per gli amanti della pizza biscottata (croccante), anche al centro.

D: Le teglie in ferro sono antiaderenti?

R: No. Per far fronte a questa situazione, si deve procedere con la “bruciatura”.

D: Le teglie in ferro si possono lavare in lavastoviglie?

R: Assolutamente no. Queste vanno pulite utilizzando un panno di carta asciutto, e al massimo usando del sale fino a mo’ di rivestimento abrasivo.

Torna su

Iscriviti alla Newsletter

* indicates required