Ricetta della maionese col minipimer

ricetta maionese col minipimer

Nella gastronomia tradizionale e moderna, le salse per il condimento di primi, secondi, contorni e dolci sono fondamentali e sono quasi sempre richieste dai commensali per arricchire di sapori le pietanze.

Però, preparare le salse da soli in casa nella propria cucina è sicuramente meglio che affidarsi a quelle industriali: l’utilizzo di ingredienti genuini le rende speciali.

Una delle salse più utilizzate è la maionese, e in questo articolo vi daremo alcuni consigli per realizzarla velocemente con l’ausilio di un frullatore ad immersione.

Serve in primis l’utilizzo di un kit ad immersione di buona qualità: la maggior parte fornisce un recipiente cilindrico che è l’ideale, mentre un recipiente di diverse forme non è adatto e non è funzionale per realizzare la salsa maionese.

Correlato: Migliori frullatori ad immersione

La paura più frequente per chi non ha dimestichezza nel preparare la maionese col minipimer è che questa possa “impazzire”, alterando la consistenza ed il sapore allontanandosi da come dovrebbe essere fatta a regola d’arte.

Fate attenzione a queste cose per non inciampare in questo rischio:

  • La quantità di olio non deve essere eccessiva;
  • Durante il movimento di abbassarsi e rialzarsi con il minipimer nel recipiente, dobbiamo adottare un movimento fluido del polso e non energico;
  • Una condizione che deve esser tenuta in considerazione: stesse temperature per tutto, soprattutto i tuorli dell’uovo.

Svelati questi segreti su come eseguire correttamente la preparazione della salsa maionese, l’altra cosa da tenere in grande considerazione è che tutto quel che utilizzate deve essere alla stessa identica temperatura, ma meglio se bassa.

Per ottenere questa condizione dovrete:

  • Mettere l’olio in frigorifero;
  • Mettere anche le lame del minipimer nel frigorifero un’oretta prima per raffreddarle;
  • I tuorli non devono MAI rompersi ma rimanere integri anche dopo esser riposti nel recipiente cilindrico del frullatore.

Ingredienti

  • 220 g di olio di arachidi (oppure misto con 160 g di arachidi e 60 g di oliva)
  • 1 uovo intero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di succo di limone o aceto bianco

L’olio da utilizzare va molto a gusto personale o a gusto dei commensali, un olio d’oliva dona a questa salsa un sapore più intenso e deciso mentre un olio di semi la rende più delicata. La cosa essenziale è che la qualità non deve mai in alcun caso venire in secondo piano quando si parla di ingredienti; di solito se è di semi si usa l’olio di girasole, ma potete provare anche con diversi tipi di olio come quelli di lino. Insomma potete sperimentare con qualsiasi tipo che risulti a voi gradevole.

Procedimento

Nel recipiente mettete prima con delicatezza i tuorli d’uovo, poi l’olio, il limone (oppure l’aceto) e infine il sale (potete anche aggiungere un pizzico di pepe).

Impostate il minipimer alla massima velocità, inseritelo nel recipiente con i tuorli d’uovo che devono stare nell’apertura dove sono situate le lame e toccate il fondo del cilindro.

tuorli tra le lame del minipimer

Azionate quindi il frullatore e non muovetevi dalla posizione sul fondo, dovete far diventare tutto più chiaro di colore e denso di consistenza; la maionese non è ancora ultimata in questi pochi (7/8) secondi in cui tenete il frullatore sul fondo, ma potrete già notare il colore e la sua densità.

Noterete che sotto l’olio (che sta sempre a galla), la maionese comincia a prendere forma e a montare; iniziate quindi con un movimento fluido e lento a sollevare il frullatore ad immersione, giocando sempre nel range tra fondo del recipiente fino a 1 centimetro sotto il livello superiore della salsa.

maionese col minipimer pronta

Alzate ed abbassate il frullatore per 4 o 5 volte con movimenti delicati, mai decisi: è una salsa delicata e la sua riuscita è insita nella parola stessa.

Dopo queste 4 o 5 passate, la maionese è pronta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su